Solare fotovoltaico piano e a concentrazione Solare ad alta temperatura Eolico Idroelettrico Energia Geotermica Idrogeno da fonti rinnovabili Biogas  Biocombustibili Ecomobilità

Programma TV

"Energie rinnovabili,ecomobilità e idrogeno"

COORDINAMENTO GENERALE E CONTENUTI ING. ENZO ROSSI

(ESPERTO ED AUTORE DI PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE E DIVULGATIVE SULLE ENERGIE RINNOVABILI AVANZATE E L'IDROGENO)

MISS INTERVISTATRICI PER LE INTERVISTE IN STUDIO, NELLE FIERE SPECIALIZZATE E PRESSO LE AZIENDE

-----------------------

 IL PROGRAMMA "ENERGIE RINNOVABILI, ECOMOBILITA' E IDROGENO "

VA IN ONDA SIA IN DIGITALE TERRESTRE (AUDIENCE A LIVELLO NAZIONALE E SU SKY SATELLITARE LIBERO CONTINENTALE)

QUALI SONO LE ENERGIE RINNOVABILI

 

Le principali fonti di energia rinnovabile sono:

Energia solare. Utilizza la radiazione solare per la produzione di energia elettrica (solare fotovoltaico) oppure per riscaldare acqua per produrre calore e acqua calda sanitaria (solare termico). Assieme all'eolico, il settore solare fotovoltaico cresce a ritmo elevato in tutto il mondo. Gli impianti fotovoltaici sono sostanzialmente di due tipi: connessi alla rete (grid connected) oppure isolati (stand-alone). Nel primo caso l’energia può essere ceduta in parte alla rete elettrica, mentre gli impianti isolati garantiscono una completa autonomia laddove la rete elettrica non è disponibile e permettono di accumularla in forma di idrogeno da cui si può ricavare energia elettrica anche quando sole e vento non ci sono oppure di notte.Il solare fotovoltaico vede una crescita al ritmo del 30% annuo. Secondo le proiezioni, nel 2025 la potenza installata nel mondo raggiungerà i 450 GW, la maggior parte nei paesi industrializzati.

Energia eolica. Sfrutta l’energia del vento e la converte in energia meccanica che produce elettricità. L’energia eolica può essere prodotta in impianti di grandi dimensioni (parchi eolici) o in impianti di piccole dimensioni (minieolico) questi ultimi per utenze distribuite sul territorio integrandosi al contempo nel paesaggio. Viene considerata “l’energia più antica del mondo”, dal momento che in Estremo Oriente e nel Mediterraneo da oltre duemila anni si sfrutta il vento per la macinazione e il pompaggio dell’acqua. Anche il settore eolico è in forte crescita in tutto il mondo: entro il 2020 contribuirà al 12% del fabbisogno mondiale di energia. In Italia gli impianti eolici sono circa 150 di circa 1700 MW.

 Energia idroelettrica. Sfrutta l'energia cinetica dell'acqua (salti di acqua, correnti) per trasformarla, grazie ad un generatore, in energia elettrica. In Italia le prime centrali idroelettriche risalgono agli inizi del Novecento e attualmente la fonte idroelettrica (completamente rinnovabile, è la più diffusa in Italia e garantisce circa il 17% del fabbisogno nazionale. Gli impianti idroelettrici in Italia sono circa 2.000 con una produzione media annua di 52.000 GWh, concentrata soprattutto nell’Italia Settentrionale a fronte di un consumo globale di di 309.816 GWh.

Energia da biomassa. Le biomasse sono i materiali di origine organica (residui forestali, residui agricoli, colture ad hoc, legname e pellets) che possono essere utilizzati direttamente o trasformati in combustibili liquidi o gassosi (biogas) per la produzione di energia elettrica e, con la cogenerazione, in energia elettrica e termica. Gli impianti sono di solito piccoli o medi. L’Aper (Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili) sottolinea che la produzione di energia da materiali derivanti da attività agricole giocherà un ruolo sempre più importante nella produzione rinnovabile del prossimo futuro”.

Energia geotermica. E’ l’energia dal calore contenuto all’interno della Terra che permette di ottenere energia elettrica e termica. La produzione di energia elettrica avviene mediante turbine, mentre tramite le  pompe di calore si può sfruttare l'energia geotermica per il riscaldamento, il raffrescamento e per la produzione di acqua calda. In Italia sono operative 31 centrali geotermiche per una potenza di 711 MWelettrici. La produzione è concentrata in Toscana; in particolare a Larderello (Pi) si trova uno dei più vecchi impianti del mondo che risale agli inizi del Novecento.

 

 Il format televisivo "Energie rinnovabili, Ecomobilità e Idrogeno" vuole evidenziare l'alta tecnologia,  tutto ciò che ruota intorno ai prodotti collegati all'idrogeno e alle energie rinnovabili
 ""Energie rinnovabili, Ecomobilità e Idrogeno"  va in onda  con cadenza settimanale e in fascia serale.  E' una realizzazione che vede il coordinamento tecnico dell' ing. Enzo Rossi, da oltre venti anni attivo nel settore della ricerca avanzata e delle tecnologie innovative collegate al settore  dell'energia e profondo conoscitore delle tecnologie delle energie rinnovabili e dell'idrogeno per gli aspetti tecnici, tecnologici ed economici.

AZIENDE OSPITI-SUPPORTER

Nel corso delle puntate intervengono in studio, come ospiti-supporter, ditte selezionate  fra quelle di maggiore valenza  high-tech e operanti nel settore    Durante le riprese TV viene sempre evidenziato il sito web aziendale e una posta elettronica per consentire ai telespettatori di contattare direttamente l'azienda.

Nel servizio potranno essere incluse anche sequenze  fornite dall'azienda, ma solo se di elevata qualità (quindi non da cassetta, ma da DVD di ottima risoluzione).

I testi dei dialoghi in studio o in altro luogo (fiera, in ditta etc..) con gli ospiti delle aziende che optano anche per l'intervista saranno definiti durante le riprese. I testi delle domande sono sempre concordati (tre-quattro domande con relative risposte)